Asilo NIDO SAN PROVOLO

Progetto: Realizzazione di asilo nido a San Provolo

Luogo: Venezia

Anno: 2001-2006

Cliente: Comune di Venezia

Descrizione generale: La volontà da parte dell'amministrazione comunale veneziana di creare un asilo nido all'interno del plesso scolastico Barbarigo risaliva a parecchi anni fa, a partire dalla consapevolezza della mancanza di uno spazio dedicato ai neonati nella zona. L'edificio in cui si è inserito il nuovo asilo nido può essere definito, per la sua natura, quasi una struttura di archeologia industriale. Strutturato secondo una pianta a C intorno ad uno spazio aperto, esso è composto di tre piani fuori terra, le cui facciate in mattoni sono geometricamente scandite da ampie finestre. A partire dalla grande dimensione degli spazi, si è proceduto a studiare la distribuzione e la configurazione degli stessi, iniziando da un preciso programma funzionale ed andando a riesaminare il tutto a misura di bambino/neonato. Ne è nato così un luogo strutturato per zone omogenee collegate tra di loro in maniera diretta ed intuitiva. Troviamo così subito, nei pressi dell'ingresso/spogliatoio bambini, gli uffici e i relativi spazi tecnici, ma anche i bagni per i piccini, per agevolare in ogni modo i genitori. Seguono poi un'ampia sala per il gioco, la mensa e le cucine, spazi che si affacciano direttamente sul giardino. Per permettere che i bambini potessero vedere fuori dalle finestre è stato rialzato tutto il pavimento del piano terra, andando così ad abbassare i davanzali, soluzione questa inizialmente osteggiata risultatando invece, a parere di tutti, il valore aggiunto. Attraverso un corpo scale inserito in un volume di nuova costruzione dove alloggia anche l'ascensore, si raggiunge il piano superiore della struttura dove si trovano le camerette, le zone cambio per i lattanti e le zone gioco più "meditative", come l'angolo delle fiabe, e "creative" come l'"atelier pittorico-manipolativo", oltre che ai necessari spazi di servizio (bagni, piccola cucina etc). Grande attenzione è stata posta inoltre nella scelta dei materiali(come legno e resine, caldi al tatto, ma di facile manutenzione), e nelle cromie (non del tutto rispettate in fase di realizzazione), per far sì che i bambini potessero godere di un luogo pensato e creato a loro misura. Il progetto originale era più ampio di quello realizzato, e prevedeva di integrare la preesistente scuola materna con una nuova addizione, contigua al nuovo asilo nido, tramite un "tunnel" in acciaio corten e vetro.

TORNA ALLE IMMAGINI

Description: The venice city council had been wanting to create a nursery within the Barbarigo school complex for several years, as there was a lack of a dedicated space for newborns in the area.
The building where the new nursery was to be housed, has the appearance of an old industrial complex. The building is C-shaped around an open space and has three floors and a brick facade with large and regularly spaced windows. We first of all we started to study the distribution and configuration of the space, in view of the intended function. We created homogeneous areas connected to each other in a direct and intuitive way. Thus you can find at the very entrance, the offices but also the dressing areas for the children and their bathrooms in order to facilitate the parents in every way. This is followed by a large playing area, the cafeteria and kitchens, which all overlook the garden. To allow the children to see out of the windows the ground floor was raised, in order to obtain lower window sills. This solution, initially opposed by the council, turned out instead to be very successful. Through a stairwell of new construction housed in a block with the lift you reach the upper floor of the building where you can find changing areas for infants and more "meditative" and "creative" play areas such as the angle of fairy tales, and the '"atelier" as well as the necessary service areas (bathrooms, small kitchen etc). Great attention was also paid to the choice of materials (such as wood and resins, warm to the touch, but easy to maintain), and colors, so that the children could enjoy a place designed and made to measure for them. The original project was more extensive than what was actually build, and planned a new extension to a pre existing kindergarten, connected to the nursery through a steel and glass "tunnel".

BACK TO PROJECT'S IMAGES